Meteo: ESTATE 2020, CALDO ECCEZIONALE con picchi oltre i 40°C e AFA alle stelle.

Mancano ancora tanti mesi, ma grazie alle proiezioni sul lungo periodo possiamo già iniziare a farci un’idea di come sarà la prossima estate.
Sono tre gli indizi che ci devono far riflettere: la statistica delle recenti stagioni calde, i cambiamenti climatici in atto e le previsioni stagionali: tutto conferma che è concreto il rischio che si verifichi un caldo davvero eccezionale, con picchi oltre i 40°C e con afa alle stelle.
Facciamo il punto della situazione con gli ultimi aggiornamenti a nostra disposizione.

Dallo studio delle mappe stagionali del principale centro meteo europeo (ECMWF) emerge come il caldo si potrebbe far sentire già verso la fine della primavera, preludio a quella che si preannuncia un’estate da record.

La causa primaria dell’anomalia nelle temperature sarà la maggiore ingerenza dell’anticiclone africano, (a dispetto della più temperata alta pressione delle Azzorre) principale responsabile di ondate di calore che dal cuore del deserto del Sahara raggiungono il nostro Paese. Queste condizioni le stiamo già sperimentando ormai da alcuni anni e molto probabilmente si ripeteranno, anche più marcate, nella prossima stagione.
Gli ultimi aggiornamenti non lasciano dubbi: tutti e tre i mesi estivi potrebbero essere contraddistinti da fiammate africane, in grado di portare le temperature diffusamente oltre le medie. Se queste prime proiezioni dovessero essere confermate, non è da escludere che si possano raggiungere picchi superiori ai 40°C, anche per periodo abbastanza lunghi. A rendere il tutto ancora più insopportabile potrebbe essere il contenuto di umidità presente nell’aria, che si traduce in alti tassi di afa.

C’è infine un rischio da non sottovalutare: quello degli eventi meteo estremi. L’ingresso di correnti più fresche ed instabili in discesa dal nord europa potrebbe infatti provocare un mix potenzialmente esplosivo, visto il contrasto che si verrebbe a creare con le masse d’aria calde ed umide di origine africana preesistenti.
Il risultato sarebbe il verificarsi di violenti temporali, tornado e alluvioni lampo.

Swimming also increases a person’s endurance and stamina to paddle in water which constitutes over 50 percent of the surfing time. The swimming skills greatly increase your comfortability and safety in the water. Another very important requirement for surfing is balance and flexibility and nothing beats yoga in it! Practicing Yoga along with some cardiovascular exercises like running, cycling, spins etc. amp up the physical endurance and strength which proves a big alley in windsurfing.

While learning surfing, try paddling in white water only instead of rushing to paddle at wave’s break area or trying to catch an unbroken wave. These should only be tackled once you are absolutely sure of your surfboard and can hand it comfortably. Popping up in the white water should be mastered first. Last but not least, you must remember to enjoy and have fun even if you might look silly at times.

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *