By admin

La Sicilia è la meta turistica europea più ambita per il 2020 secondo Forbes

La Sicilia è la meta turistica europea più ambita dagli Stati Uniti per il 2020, a rivelarlo è la rivista economica statunitense Forbes. L’Isola è seconda tra le migliori 20 destinazioni mondiali da visitare secondo la speciale classifica. Nel vecchio continente la Sicilia è la prima destinazione turistica da visitare.

Il primato della Sicilia è confermato dall’agenzia Ovation Travel Group’s per Forbes.com,secondo cui i cittadini USA viaggiano sempre di più e le loro vacanze all’estero sono aumentate del 6%.

Sono 93 milioni i viaggiatori statunitensi che si sposteranno in un altro stato nel 2020 e tra le destinazioni preferite c’è proprio la Sicilia.

Leggi tutto

By admin

Meteo: ESTATE 2020, CALDO ECCEZIONALE con picchi oltre i 40°C e AFA alle stelle.

Mancano ancora tanti mesi, ma grazie alle proiezioni sul lungo periodo possiamo già iniziare a farci un’idea di come sarà la prossima estate.
Sono tre gli indizi che ci devono far riflettere: la statistica delle recenti stagioni calde, i cambiamenti climatici in atto e le previsioni stagionali: tutto conferma che è concreto il rischio che si verifichi un caldo davvero eccezionale, con picchi oltre i 40°C e con afa alle stelle.
Facciamo il punto della situazione con gli ultimi aggiornamenti a nostra disposizione.

Dallo studio delle mappe stagionali del principale centro meteo europeo (ECMWF) emerge come il caldo si potrebbe far sentire già verso la fine della primavera, preludio a quella che si preannuncia un’estate da record.

La causa primaria dell’anomalia nelle temperature sarà la maggiore ingerenza dell’anticiclone africano, (a dispetto della più temperata alta pressione delle Azzorre) principale responsabile di ondate di calore che dal cuore del deserto del Sahara raggiungono il nostro Paese. Queste condizioni le stiamo già sperimentando ormai da alcuni anni e molto probabilmente si ripeteranno, anche più marcate, nella prossima stagione.
Gli ultimi aggiornamenti non lasciano dubbi: tutti e tre i mesi estivi potrebbero essere contraddistinti da fiammate africane, in grado di portare le temperature diffusamente oltre le medie. Se queste prime proiezioni dovessero essere confermate, non è da escludere che si possano raggiungere picchi superiori ai 40°C, anche per periodo abbastanza lunghi. A rendere il tutto ancora più insopportabile potrebbe essere il contenuto di umidità presente nell’aria, che si traduce in alti tassi di afa.

C’è infine un rischio da non sottovalutare: quello degli eventi meteo estremi. L’ingresso di correnti più fresche ed instabili in discesa dal nord europa potrebbe infatti provocare un mix potenzialmente esplosivo, visto il contrasto che si verrebbe a creare con le masse d’aria calde ed umide di origine africana preesistenti.
Il risultato sarebbe il verificarsi di violenti temporali, tornado e alluvioni lampo.

Leggi tutto